Cana, luogo del primo miracolo di Gesù

A circa dieci km da Nazareth, in Terra Santa, si trova Cana, chiamata anche Kafr Kanna, che in arabo significa villaggio di Cana. Questa località è citata nella Bibbia per essere il luogo del primo miracolo di Gesù, che trasformò l’acqua in vino in occasione di una festa di matrimonio.

Qui si trova il Santuario del Primo Miracolo di Gesù, sotto la custodia dei francescani, presenti a Cana da tre secoli.

Fr. HAITHAM YALDA HANO, ofm
Parroco
“Sotto la Chiesa principale, che è dietro di me, abbiamo anche – come ci spiega l’archeologia cristiana - i resti di una Chiesa bizantina”.

Secondo il vangelo di Giovanni, durante le nozze, accorgendosi che il vino era finito, Maria disse a Gesù: “Non hanno più vino”. Gesù le rispose: “Donna, che vuoi da me? Non è ancora giunta la mia ora”. Sua madre disse ai servitori: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela».
Vi erano là sei anfore di pietra per la purificazione rituale dei Giudei, contenenti ciascuna da ottanta a centoventi litri. E Gesù disse loro: «Riempite d'acqua le anfore»; e le riempirono fino all'orlo. Disse loro di nuovo: «Ora prendetene e portatene a colui che dirige il banchetto», il quale, dopo aver assaggiato il vino, lo approvò. Secondo l’evangelista: “Questo fu il primo miracolo di Gesù, compiuto a Cana di Galilea.”

Fr. BRUNO VARRIANO, ofm
Guardiano e Rettore della Basilica dell’Annunciazione di Nazareth
“In questo tempo di pandemia, penso che il messaggio di Cana sia che le sofferenze e le difficoltà che viviamo ci purificano e quest’acqua purificata ci porta alla gioia, a quella gioia vera, a quella gioia del vino nuovo. Questa è la testimonianza che danno i cristiani di Cana e la testimonianza che diamo noi, come cristiani, in questa celebrazione”.

La Messa solenne è stata presieduta dal Vicario della Custodia di Terra Santa, Fr. Dobromir Jasztal.

Fr. DOBROMIR JASZTAL, ofm
Vicario della Custodia di Terra Santa
“Oggi qui a Cana celebriamo il primo miracolo di Gesù, compiuto durante le nozze di Cana. È una grande festa, ma è anche – possiamo dire – la “terza epifania” che abbiamo celebrato: la prima l’abbiamo celebrata a Betlemme, quando Gesù si manifesta alla gente, la seconda l’abbiamo celebrata sulle rive del Giordano, dove il Padre presenta Gesù come suo figlio e servo redentore. E poi a Cana, Gesù manifesta la sua presenza in mezzo alla comunità, e dalla sua presenza viene quel dono del vino nuovo”.

In occasione delle nozze d’argento, questa coppia ha rinnovato i voti matrimoniali.

REEM ABUNASSAR
Coppia di Haifa
“Oggi è molto speciale, molto bello, molto spirituale per me e spero che Gesù Cristo e la Vergine Maria restino con noi per il resto della nostra vita”.

WADIE ABUNASSAR
Coppia di Haifa
“Siamo pieni di entusiasmo, perché stiamo celebrando il 25° anniversario della nostra unione, che è una benedizione e siamo venuti qui per pregare con la comunità di Cana per ricevere la benedizione del Signore direttamente dal luogo da lui benedetto in cui fece il suo primo miracolo".

Commemorare la Festa di Cana è celebrare il primo dei molti miracoli che Cristo continua a compiere nell’umanità.

Christian Media Center